Dawat Ristorante

Corso Sempione, 88, Milano
4 esperienze verificate in questo locale

Dawat in dialetto urdo sta a significare un invito, in famiglia o tra amici, per celebrare un’occasione speciale come un compleanno o un anniversario.

Questo termine è anche il nome, scelto non a caso, del ristorante indiano in corso Sempione a Milano di Ash, già proprietario di un altro affermato ristorante indiano.

Il Dawat si caratterizza per l’ambiente raccolto e ospitale che evoca da subito il calore e la disponibilità tipici del popolo hindi.

Il ristorante propone i classici, dai piatti al curry al tandoori, oltre a menù vegetariani e prodotti senza glutine.

Servizi

  • Pranzo
  • Promo

Esperienze

  • Alessio

    L'India è in Sempione

    Sono stato diverse volte in questo ristorante. Il proprietario, indiano di origine ma milanese doc, è sempre disponiblie e pronto a scherzare con i clienti. Ieri sera è stata la prima volta da Dawat dopo il mio viaggio in India. L'india è famosa per la sua cucina vegetariana tradizionale legata alle diete delle caste più numerose. Io non mangio verdure quindi mi sono gettato a bomba su un bel misto tandoori (tanˈdoˑori - è un forno d'argilla nel quale la temperatura può raggiungere quasi 500 gradi) che comprende diversi tagli di pollo e agnello. La cucina rispetta molto quella che ho potuto mangiare in India. Piatti con tanta salsa in tipici recipienti di ottone e contenitori vari accompagnati da salsa fresca alla menta e salsa piccante. Ho accompagnato i paitti con il naan (pane simile alla pita) ripieno di formaggio e riso al curry. Ci sono a disposizione alcune delle birre indiane più popolari (kingfisher, cobra, ecc...). Non sono riuscito a prendere il dolce poichè ero sazio al punto giusto ma nella lista ci sono diversi dessert e, ovviamente, il lassi (yogurt con acqua e spezie molto gustoso). Ho mangiato il lassi in un celebre negozio di Varanasi e mi sento di consigliarlo a chi piacciono i gusti decisi e lo yogurt in generale. Quando ho voglia di indiano Dawat è sempre la mia prima scelta.

    Leggi tutto »Leggi meno
  • Kiara
    Kiara • apr, 2020

    Ho trovato i miei naan preferiti!

    Premetto che non sono mai stata in India, così il mio termine di paragone si limita ai vari ristoranti indiani provati a Milano. Ebbene, il Dawat è senza dubbio il mio preferito!! Nell'attimo in cui ho varcato la soglia del ristorante, l'atmosfera folkloristica mi ha catapultato nei colori dell'India del nord. L'accoglienza e la simpatia del ristoratore mi ha subito messo a mio agio. Il menù è molto vario, così mi sono fatta consigliare e ho ordinato un tenerissimo e succulento agnello in umido in una salsa di curry e yogurt accompagnato a del riso pulao (riso basmati bianco). Se non li avete mai provati, e anche se li avete provati, qui non potete non ordinare i naan, un soffice pane al latte servito caldo. Li fanno divini e le varianti sono: classico, al formaggio e all'aglio...li abbiamo presi tutti!! Ottimo anche il lassi al mango, una bevanda a base di yogurt che stempera i sapori speziati più forti.

    Leggi tutto »Leggi meno
  • Filippo
    Filippo • giu, 2020

    Cena Njoymi al Dawat

    Ho cenato al Dawat con altri Experience Hunters. Siamo arrivati poco prima delle 21, durante l’attesa per l’arrivo di tutto il gruppo siamo stati accolti da Ash (il proprietario del locale) il quale ha iniziato a prendere informazioni sui nostri gusti e svelato qualche segreto della cucina Indiana. Entrando sono rimasto colpito dalla location, un posto curato nei minimi dettagli, una mossa azzeccatissima per far immergere appieno il cliente nella cultura Indiana. La nostra cena si è svolta nella saletta privata, dove Ash è riuscito a soddisfare tutti, tra celiachia, vegetariani e intolleranza al piccante, inoltre ha risposto a tutte le nostre domande sulla preparazione dei piatti I piatti che hanno riscosso più gradimento sono stati i chicken roll, il chicken tikka masala (pezzi di pollo cotti in forno tanduri e immersi in una salsa al curry), il chicken malai ed i prawn malai gamberi anch’essi immersi in una salsa (stavolta al cocco). Prima del dolce Ash ha deciso di volermi rovinare la serata (In modo scherzoso) facendomi assaggiare uno stuzzicadenti immerso in un peperoncino “PER LORO DALLA PICCANTEZZA MEDIA” il quale effetto potete vederlo sul mio profilo IG. L’aiuto del peda Burfi (dolce indiano dagli ingredienti misteriosi, tra cui latte di bufala) è stato fondamentale per far cessare il bruciore. La serata si è conclusa con un digestivo dal nome Kamasutra, molto dolce e particolare!

    Leggi tutto »Leggi meno
  • Valentina

    Una serata all'indiano

    Ho mangiato in questo ristorante in occasione di una cena insieme agli altri Experience Hunters. Devo dire che, pur non essendo un’amante della cucina indiana, grazie all’aiuto del gestore spiegandomi accuratamente piatto per piatto prima di ordinarlo sono riuscita a trovare dei piatti di mio gradimento. Il piatto che ho gradito di più è stato il Tandoori di pollo (bocconcini di pollo marinati per 24h nello yogurt e crema con spezie cotti nel forno Tandoori) che, pur essendo speziato rimane molto delicato al palato così come il Palak Panner (cubetti di ricotta cucinata insieme a una crema di spinaci). La cena si è conclusa con un digestivo a base di ginseng & passion fruit e degli zuccherini con diversi tipi di semi per la pace dei sensi della bocca.

    Leggi tutto »Leggi meno

Location

Prenota

Ho preso atto dell'informativa sulla privacy e avendola compresa in ogni sua parte acconsento/non acconsento (spuntando l'apposita casella) al trattamento per le finalità indicate

Orari di apertura

  • Lunedì: 19:00 - 23:00
  • Martedì: 19:00 - 23:00
  • Mercoledì: 12:00 - 14:30 / 19:00 - 23:00
  • Giovedì: 12:00 - 14:30 / 19:00 - 23:00
  • Venerdì: 12:00 - 14:30 / 19:00 - 23:00
  • Sabato: 12:00 - 14:30 / 19:00 - 23:00
  • Domenica: 12:00 - 14:30 / 19:00 - 23:00

Accedi